Una gita estiva a Vaxholm

Vaxholm è un pittoresco luogo di villeggiatura estiva a un’ora di navigazione da Stoccolma, nel suggestivo arcipelago della capitale svedese.

20190623_124552.jpg
Uno scorcio di Vaxholm

Se siete a Stoccolma in estate e avete mezza giornata a disposizione per una gita fuori porta, saltate su uno dei battelli bianchi della compagnia Waxholmsbolaget ancorati al molo Strömkajen (di fronte al Grand Hotel) e concedetevi qualche ora in questo piccolo villaggio perso nel tempo. I biglietti del battello si comprano a bordo.

L’ora di navigazione che separa Stoccolma da Vaxholm è già un bel tuffo nella natura, oltre che un assaggio dei magnifici panorami e colori che la Svezia può offrire.

Arrivati a Vaxholm in estate troverete aperti alcuni ristoranti e caffetterie, tra cui una celebre villa sul mare estremamente popolare tra gli svedesi e i turisti per il suo goloso buffet di dolci: il Vaxholms Hembygdsgårds Café.

Visitate la fortezza cinquecentesca – collegata al villaggio da un singolare traghetto – o fate una passeggiata tra le tante casette di legno colorate sparse nel centro abitato, curiosando tra i negozi e godendovi la pace del posto.

20190623_121612
La fortezza di Vaxholm

Se non volete riprendere il battello anche al ritorno, optate per l’autobus 670 che in 50 minuti vi riporterà nella capitale svedese con il telefono pieno di scatti.

N.B. I suggerimenti contenuti in questo post valgono solamente per il periodo estivo – in particolare per i mesi di giugno, luglio ed agosto.

Se andrete a Vaxholm in altri periodi dell’anno, troverete sia la fortezza sia molti ristoranti, negozi e caffetterie chiusi. Si tratta di una destinazione per l’estate.

Se invece volete fare un tour in italiano a Stoccolma contattatemi via e-mail all’indirizzo info@stoccolmainitaliano.se o visitate il sito www.stoccolmainitaliano.se.

Lakritsroten, il paradiso della liquirizia

Adoro la liquirizia da sempre.

Quando ero bambino mio padre comprava spesso le radici di liquirizia che sgranocchiavo per ore davanti alla tv.

Qualche anno fa ho scoperto per caso qui a Stoccolma un negozio di prodotti a base di liquirizia e devo ammettere che da allora ci torno frequentemente – direi anche molto frequentemente.

Il negozio si chiama Lakritsroten e si trova in una zona residenziale lungo il viale Sveavägen, al numero 107.

Lakritsroten_01
Lakritsroten, il negozio della liquirizia

A dir la verità non sono l’unico amante della liquirizia quassù. Gli svedesi sono tra i maggiori consumatori di caramelle al mondo e amano la liquirizia quanto e più di me. Nel frattempo solo a Stoccolma i punti vendita Lakritsroten sono diventati cinque e se siete in città vi consiglio di farci un salto.

Sul sito di Lakritsroten trovate gli indirizzi, cliccate qui. Troverete più di 700 prodotti, dalle caramelle ai libri, dai prodotti di bellezza alle marmellate, oltre a un buon assortimento di liquirizia salata, specialità finlandese molto popolare nel Nord Europa.

Se volete fare un tour in italiano a Stoccolma contattatemi via e-mail all’indirizzo info@stoccolmainitaliano.se o visitate il sito www.stoccolmainitaliano.se.

Visite guidate in italiano a Stoccolma – aprile 2019

Strip Djurgården e barche
Stoccolma – la Regina del Nord

Venite a Stoccolma nelle prossime settimane?

Per il periodo di Pasqua e durante i ponti di primavera ho in programma tanti tour in lingua italiana che vi permetteranno di comprendere meglio la storia, le tradizioni, le abitudini e la quotidianità della capitale svedese.

Vi accompagnerò nei luoghi principali di Stoccolma mostrandovi anche scorci nascosti e suggestivi e raccontandovi molte curiosità su questa splendida città del Nord Europa.

Ecco il calendario delle visite guidate di gruppo in lingua italiana al momento previste (altri tour sono in programmazione):

Sabato 13 aprile, 10:00 – 13:00, La Regina dell’Acqua

Domenica 21 aprile, 10:00 – 13:00, La Regina dell’Acqua

Lunedì 22 aprile, 10:00 – 13:00, La città dei Nobel

Mercoledì 24 aprile, 10:00 – 13:00, La Regina dell’Acqua

Giovedì 25 aprile, 10:00 – 13:00, La città dei Nobel

Sabato 27 aprile, 10:00 – 13:00, La Regina dell’Acqua

Domenica 28 aprile, 10:00 – 13:00, La città dei Nobel

Lunedì 29 aprile, 10:00 – 13:00, La Regina dell’Acqua

IMG_20180503_142323_136
I ciliegi giapponesi in fiore a Stoccolma

Per conoscere la disponibilità, l’itinerario e il prezzo a persona del tour di vostro interesse contattatemi via e-mail scrivendo a info@stoccolmainitaliano.se specificando anche il numero delle persone interessate alla visita guidata.

La prenotazione è obbligatoria perché tutti i tour sono in piccoli gruppi con un numero limitato di partecipanti per garantire maggiore qualità.

Trovate molte informazioni sui tour in programma sul sito www.stoccolmainitaliano.se mentre sulla pagina TripAdvisor di Stoccolma in italiano potete leggere le recensioni di altri viaggiatori che hanno già fatto una visita guidata con me.

Se siete a Stoccolma in altre date o preferite fare una visita guidata privata, scrivetemi comunque e cercheremo di trovare la soluzione di tour più adatta a voi.

Vi aspetto a Stoccolma!

 

I musei gratuiti da visitare a Stoccolma

Sapevate che alcuni musei statali di Stoccolma hanno ingresso gratuito?

L’iniziativa è stata introdotta nel 2016 per favorire la fruizione della cultura da parte di un pubblico più ampio possibile ed è stata accolta positivamente sia dai turisti sia dagli abitanti della Regina del Nord.

I musei e le attrazioni principali di Stoccolma – come il Museo Vasa, il parco Skansen, il Municipio ed il Museo della Fotografia – sono ancora a pagamento, ma perché non visitare anche uno o più musei gratuiti? I musei stoccolmesi che non prevedono il pagamento di un biglietto d’ingresso sono una ventina e in questo post vi presento i miei cinque preferiti.

Alcuni di questi musei sono anche sede di importanti mostre d’arte svedese o internazionale organizzate in diversi periodi dell’anno (le mostre però hanno spesso l’ingresso a pagamento).

Il Museo Nazionale di Belle Arti – Nationalmuseum – è ospitato in un meraviglioso edificio ottocentesco in stile rinascimentale italiano, direttamente affacciato sul Mar Baltico di fronte al Palazzo Reale. La collezione spazia dalla pittura svedese al design scandinavo, dall’iconografia russa alle opere di pittori fiamminghi. Tra gli artisti internazionali rappresentati troviamo per esempio Renoir, Rubens, Rembrandt, Goya e Degas. L’edificio ha riaperto nel 2018 dopo un lungo periodo di accurato restauro.

IMG_20190319_211521_066
Il Museo Nazionale di Belle Arti a Stoccolma – Nationalmuseum

Il Museo di Arte Moderna e Contemporanea – Moderna Museet – si trova sulla piccola isola di Skeppsholmen, che gode di un panorama spettacolare sul Mar Baltico e sulla città. La collezione permanente espone opere novecentesche di artisti del calibro di Pablo Picasso, Salvador Dalí, Giorgio de Chirico, Henri Matisse, Edvard Munch, Marcel Duchamp e molti altri. Nel Parco Sculture di fronte al museo è possibile ammirare alcune opere di vari artisti contemporanei, tra cui l’eccentrica scultrice francese Niki de Saint Phalle.

Il Museo della Storia Svedese – Historiska Museet – si trova nel bel quartiere residenziale di Östermalm ed è una meta obbligatoria per chi vuole saperne di più sulla storia del Paese.  La collezione è organizzata cronologicamente su tre piani. Il pianoterra ospita reperti del periodo precristiano, con particolare attenzione alla preistoria ed al periodo vichingo. Il primo piano è invece dedicato alla Svezia cristiana. La sezione più famosa del museo è la cosiddetta Stanza D’Oro nel seminterrato. Questa grandiosa sala in cemento armato di 700 metri quadrati ospita oggetti in oro e argento di epoche diverse, dall’Età del Bronzo al periodo della Guerra dei trent’anni, e da sola vale la visita al museo.

Il Museo Hallwyl – Hallwylska Museet – è ospitato in un grandioso palazzo di fine Ottocento sulla via Hamngatan, non distante dalle strade dello shopping di lusso della città. Nel palazzo – sede del museo – hanno abitato il Conte e la Contessa von Hallwyl, anche se fu costruito soprattutto per dare spazio alla grande collezione di oggetti che la Contessa aveva comprato durante i suoi viaggi in giro per il mondo. Fu lei stessa a donare il palazzo allo Stato svedese, per farne un museo. Visitare il Museo Hallwyl significa viaggiare indietro nel tempo di più di cento anni, per avere un’idea di come la nobiltà svedese viveva all’epoca, tra lusso e nuove tecnologie come il telefono e l’elettricità.

L’Armeria Reale – in svedese Livrustkammaren – è ospitata all’interno del Palazzo Reale, sull’isola di Gamla Stan. Si tratta del museo più antico di Svezia, voluto dal re Gustavo II Adolfo nel 1628 per preservare per i posteri gli abiti e le armature che aveva indossato durante la campagna militare in Polonia. Il museo è l’unica sezione gratuita del Palazzo Reale ed espone oggetti che hanno lo scopo di raccontare la vita pubblica, militare e privata dei Reali svedesi, a partire dal primo re di Svezia Gustavo Vasa fino alla famiglia reale attuale. La collezione è quindi un viaggio tra le dinastie del Paese ed è un paradiso per gli appassionati di armi, carrozze, uniformi, abiti da cerimonia ed armature.

Colgo l’occasione per ringraziare lo staff del portale insvezia.com – il sito per vivere, lavorare e viaggiare in Svezia – per cui avevo scritto quest’articolo qualche anno fa.

Se volete fare un tour in italiano a Stoccolma contattatemi via e-mail all’indirizzo info@stoccolmainitaliano.se o visitate il sito www.stoccolmainitaliano.se.

I punti panoramici più suggestivi di Stoccolma – parte 2

Come promesso ecco il secondo post dedicato agli altri tre punti panoramici più affascinanti di Stoccolma.

Si tratta chiaramente di una scelta molto personale, perché i posti che ho selezionato sono anche legati a tanti bei ricordi di questi miei anni nella capitale svedese. Se verrete a Stoccolma vi consiglio di passeggiare molto in città – perdendovi tra vie, ponti e isole – per scovare tanti altri luoghi da cui ammirare e fotografare i suoi splendidi panorami.

L’isolotto di Skeppsholmen è uno dei più panoramici di Stoccolma, grazie soprattutto al sentiero che gira intorno all’isola costeggiando il Mar Baltico. La passeggiata è meravigliosa in ogni stagione: in autunno si tinge di mille sfumature e colori mentre in estate il sentiero si affolla di giovani in cerca degli ultimi raggi di sole della sera. Questo posto è anche perfetto per ammirare da vicino uno dei simboli della città: il veliero ottocentesco af Chapman, l’ostello più famoso di Stoccolma.

Skeppsholmen
Il veliero/ostello af Chapman fotografato dall’isola di Skeppsholmen

Il ponte per l’isola di Djurgården (Djurgårsbron in svedese) è uno dei luoghi migliori per ammirare le facciate in art nouveau dei palazzi affacciati su Strandvägen, il lungomare più conosciuto di Stoccolma. Molti turisti lo percorrono sul tram numero 7 per raggiungere le tante attrazioni dell’isola, mentre sarebbe consigliabile passare per il ponte a piedi, per lasciarsi cullare dallo spettacolare panorama, che regala anche scorci sulla parte più verde dell’isola.

Djurgårdsbron
Il lungomare Strandvägen visto dal ponte Djurgårdsbron

Il ponte occidentale, che in svedese si chiama Västerbron, è percorribile in auto, bicicletta o a piedi e regala panorami mozzafiato sulla città. In estate molti stoccolmesi lo includono nella passeggiata del fine settimana, mentre in inverno è un posto magnifico da cui fotografare il lago ghiacciato. Essendo un po’ fuori mano rispetto ad altre attrazioni di Stoccolma, i più pigri possono godersi comunque lo spettacolo saltando a bordo dell’autobus urbano numero 4.

Västerbron
Il ponte Västerbron sul lago Mälaren

Colgo l’occasione per ringraziare lo staff del portale insvezia.com – il sito per vivere, lavorare e viaggiare in Svezia – per cui avevo scritto quest’articolo qualche anno fa.

Se volete fare un tour in italiano a Stoccolma contattatemi via e-mail all’indirizzo info@stoccolmainitaliano.se o visitate il sito www.stoccolmainitaliano.se.

I punti panoramici più suggestivi di Stoccolma – parte 1

La capitale della Svezia si trova su un piccolo arcipelago tra il Mar Baltico e il Lago Mälaren. La combinazione di acqua, il verde dei parchi e quartieri di epoche diverse è ben visibile da alcuni punti panoramici che offrono scorci indimenticabili sulla città.

Per questo motivo ho deciso di dedicare due post a quelli che sono a mio parere i sei luoghi panoramici più suggestivi di Stoccolma. Ecco i primi tre!

Tra i punti panoramici più famosi e visitati della città c’è sicuramente Monteliusvägen. Questo sentiero è lungo circa mezzo chilometro e si trova nel bellissimo quartiere ottocentesco di Mariaberget, sull’isola di Södermalm. È stato realizzato negli anni Novanta sul crinale di una collina direttamente affacciata sul lago Mälaren ed è il luogo ideale per ammirare sia il Municipio sia Gamla Stan (il centro storico di Stoccolma) dall’alto.

Monteliusvägen
Panorama invernale di Stoccolma da Monteliusvägen

La terrazza di Evert Taube (Evert Taubes Terrass) si trova sulla piccola isola di Riddarholmen, in pieno centro città. Poco frequentata in inverno, a causa del vento freddo e delle poche attrattive che l’isolotto offre, in estate invece è tappa obbligata di un viaggio a Stoccolma. Sulla terrazza c’è anche la statua del trovatore svedese Evert Taube con alle sue spalle l’inconfondibile profilo del Municipio della città.

Evert Taubes terrass
Il trovatore svedese Evert Taube con il Municipio alle spalle

Proprio la terrazza del Municipio è forse il punto panoramico più sorprendente di Stoccolma, perché nascosta dietro l’enorme edificio in mattoni rossi che ospita il Comune. Il panorama splendido su Gamla Stan e gli altri quartieri della città è impreziosito anche dal verde, le sculture e le fontane a forma di conchiglia della terrazza. Se il tempo lo permette, ci si può sedere sulle scalette che si immergono nel lago per farsi ammaliare dal viavài di barche, battelli e canoe.

La terrazza del Municipio
La terrazza del Municipio di Stoccolma in una giornata estiva

Colgo l’occasione per ringraziare lo staff del portale insvezia.com – il sito per vivere, lavorare e viaggiare in Svezia – per cui avevo scritto quest’articolo qualche anno fa.

Se volete fare un tour in italiano a Stoccolma contattatemi via e-mail all’indirizzo info@stoccolmainitaliano.se o visitate il sito www.stoccolmainitaliano.se.

Inverno a Stoccolma

Dopo un paio di settimane di freddo intenso e abbondanti nevicate – soprattutto nelle giornate a cavallo tra gennaio e febbraio – le temperature a Stoccolma sono salite sopra lo zero, la neve si sta sciogliendo e il sole prova a scaldare un po’ l’aria in città.

Il lago Mälaren è ancora parzialmente ghiacciato e ci regala in questi giorni scorci da cartolina.

Durante il tour di stamattina ho approfittato di un momento di pausa per godermi il panorama dalla terrazza del Municipio, uno dei punti panoramici che preferisco in città (e di cui vi parlerò nel prossimo post), e ho scattato questa foto.

IMG_20190215_162941_073
L’isolotto di Riddarholmen visto dal Municipio di Stoccolma

Probabilmente l’inverno sarà ancora lungo, ma è bello godersi anche solo l’illusione di una primavera in anticipo.

Se volete fare un tour in italiano a Stoccolma contattatemi via e-mail all’indirizzo info@stoccolmainitaliano.se o visitate il sito www.stoccolmainitaliano.se.