Un angolo incantato nel centro storico di Stoccolma

Anche oggi continua il nostro viaggio virtuale nei miei luoghi del cuore e nella mia Stoccolma, questa volta alla scoperta di uno degli angoli più autentici di Gamla Stan, l’affascinante centro storico della Regina del Nord.

Andiamo a Brända tomten, una piccola piazza nascosta tra gli stretti vicoli dell’isola, dominata da un bellissimo ippocastano che la rende particolarmente fotogenica e romantica. Le enormi foglie dell’albero creano infatti degli straordinari giochi di luce e ombre sulle facciate colorate dei palazzi, disegnando mutevoli geometrie.

Scatto romantico a Brända tomten

Il nome delle piazzetta significa letteralmente “terreno bruciato” e fa riferimento a un incendio che qualche secolo fa distrusse un palazzo, mai più ricostruito proprio con l’idea di ampliare lo spazio tra i vicoli del quartiere per evitare che in futuro nuovi incendi potessero propagarsi con troppa facilità tra le case.

In piazza si trova una delle caffetterie più frequentate del centro storico di Stoccolma. Si chiama Under kastanjen – che tradotto significa proprio “sotto l’ippocastano” – e serve un ottimo pranzo del giorno, spesso a base di zuppe, ideali per scaldare il freddo inverno scandinavo. In estate la caffetteria allestisce dei tavolini all’aperto per godere appieno della bellezza del luogo e diventa quindi anche un posto ideale per un drink pre-cena.

I tanti pranzi in compagnia di colleghi, amici e turisti in quella caffetteria sono tra i miei ricordi più vividi e intensi legati a questa piazzetta. Mi auguro che Under kastanjen sopravviva alla crisi post coronavirus e che sia lì ad aspettarmi anche quando questo brutto momento sarà finito.

Dalla piazza, seguendo con lo sguardo l’itinerario della via Kindstugatan, la vista si apre sull’imponente campanile della Chiesa protestante Tedesca – Tyska kyrkan – e spazia fino ai meravigliosi palazzi ottocenteschi dell’isola di Södermalm. Un elegante rampicante indica invece l’ingresso alla via Själagårdsgatan e alla parte più residenziale del quartiere di Gamla Stan.

Giochi di luce e ombre a Brända tomten

I palazzi affacciati sulla piazza sono di epoche diverse, con facciate dipinte nei classici colori del quartiere – con prevalenza delle tonalità del giallo, rosso e arancione – e caratterizzati dalle bellissime chiavi multiformi in corrispondenza dei solai. In alcuni casi sono ancora visibili i pali di legno montati subito sotto il tetto per i ganci e le carrucole, usati in passato per sollevare mobili e oggetti pesanti o ingombranti.

Molto caratteristica è anche la vetrina a tema natalizio di Tyger och Tidlösa Ting, il più singolare tra negozi di souvenir di Stoccolma, che spero riesca a superare la crisi del settore dovuto al drastico calo del turismo a causa del covid-19.

Se avete voglia di scoprire qualche curiosità in più su Stoccolma non perdete la possibilità di fare un tour in italiano con me. Sono guida autorizzata e abito nella Regina del Nord da più di un decennio (cliccate qui per leggere le recensioni di altri turisti italiani che hanno seguito una delle mie visite guidate in questi anni).

Contattatemi via e-mail all’indirizzo info@stoccolmainitaliano.se o visitate il sito www.stoccolmainitaliano.se.

La Torta della Principessa – cosa c’è di più svedese?

Se avete già letto alcuni articoli di questo blog vi sarete sicuramente accorti che avete a che fare con un tipo molto goloso: mi piace scrivere di gastronomia e in particolare adoro i dolci.

Non potevo dunque non dedicare un post a un classico senza tempo della pasticceria svedese: la Torta della Principessa – Prinsesstårta in svedese. È stata inventata qui a Stoccolma ed è uno dei dolci più popolari e calorici del Paese, amato da tutte le generazioni. Ogni anno ne vengono vendute circa mezzo milione, il che la rende di gran lunga la torta più venduta in Svezia.

La svedesissima Torta della Principessa

Questo scenografico dolce – così distintamente verde – alterna gustosi strati di crema alla vaniglia e marmellata al lampone con uno spesso strato di panna montata, il tutto ricoperto da marzapane verde smeraldo, zucchero a velo e un’elegante rosa di marzapane.

Se questa descrizione non vi dice niente è perché non siete ancora entrati in una pasticceria/caffetteria svedese e non vi siete mai trovati di fronte a questa gustosa torta, un must della pausa caffè svedese (che si dice singolarmente fika in lingua locale).

Questa bomba di calorie e zucchero può certamente piacere o non piacere, ma è difficile trovare uno svedese che non l’abbia assaggiata almeno una volta nella vita.

Se volete provare questo ed altri dolci tipici, spulciate nel mio post delle migliori caffetterie di Gamla Stan o dirigetevi verso la celebre caffetteria Vete-Katten – non lontano dalla stazione centrale di Stoccolma e dal corso Drottninggatan – o in alternativa verso Sturekatten – caffetteria dallo stile vintage nell’elegante quartiere di Östermalm.

Se avete voglia di scoprire qualche curiosità in più su Stoccolma non perdete la possibilità di fare un tour in italiano con me. Sono guida autorizzata e abito nella Regina del Nord da più di un decennio (cliccate qui per leggere le recensioni di altri turisti italiani che hanno seguito una delle mie visite guidate in questi anni).

Contattatemi via e-mail all’indirizzo info@stoccolmainitaliano.se o visitate il sito www.stoccolmainitaliano.se.

Un giorno a Stoccolma – cosa vedere in poche ore

Avete solamente poche ore a disposizione per visitare la capitale di Svezia?

Stoccolma andrebbe vista a vissuta con calma, fermandosi almeno tre giorni pieni, ma se il tempo a disposizione è limitato potete comunque sfruttarlo al meglio seguendo alcuni dei consigli che seguono.

Il centro storico Gamla Stan

Iniziate l’esplorazione della Regina del Nord visitando Gamla Stan, il quartiere più antico di Stoccolma con uno dei centri meglio conservati in Europa. Passeggiate tra i suoi vicoli e lasciatevi sorprendere dai suoi scorci e colori.

Entrate nei negozi di artigianato e antiquariato o in una delle intime gallerie d’arte sparse qua e là nel quartiere, e lasciatevi cullare dalla sua atmosfera tipicamente nordica.

Nonostante il poco tempo a disposizione, a Gamla Stan non abbiate fretta e fermatevi in un accogliente bar o in una tipica caffetteria per un caffè lungo svedese o – se preferite – un ottimo espresso da Caffellini, che troverete lungo il piccolo corso Västerlånggatan (leggete il mio post sulle migliori caffetterie di Gamla Stan).

Nel quartiere di Gamla Stan troverete anche il Palazzo Reale e la Cattedrale, ma dato che vi fermate a Stoccolma solo per un giorno vi consiglierei di non visitarli internamente, e di dedicare il vostro tempo ad esplorare altri quartieri della città.

I ciliegi in fiore della piazza Kungsträdgården

Fotografate le guardie a Palazzo e prendete poi il ponte Strömbron – ottimo stop fotografico – per raggiungere la terraferma e la grande piazza-giardino Kungsträdgården, dove nei fine settimana estivi troverete diversi eventi all’aperto mentre in inverno una piccola pista di pattinaggio sul ghiaccio. Se venite a Stoccolma verso metà o fine aprile con un po’ di fortuna avrete anche la possibilità di ammirare in questa grande piazza i celebri ciliegi giapponesi in fiore.

Da Kungsträdgården saltate sul tram numero 7 per l’isola verde di Djurgården, ma se il tempo è bello e non vi dispiace camminare vi consiglio di raggiungere l’isola a piedi percorrendo il magnifico lungomare Strandvägen e lasciandovi ammaliare dal panorama dal ponte Djurgårdsbron.

Sull’isola di Djurgården visitate il Museo Vasa, che ospita al suo interno una straordinaria nave da guerra seicentesca protagonista di una storia incredibile. Non rinunciate a questo museo, ne vale veramente la pena! Rimarrete senza fiato davanti a questo magnifico e sfortunato galeone da guerra.

Usciti dal museo, fermatevi sull’isola di Djurgården per una passeggiata, ammirate le barche a vela ancorate in uno dei suoi moli e il verde che avvolge ogni suo angolo. Se avete tempo valutate la possibilità di visitare uno dei tanti altri musei dell’isola. In caso contrario prendete il battello 82, scendete a Slussen e fermatevi a Gamla Stan per un aperitivo sul lungomare Skeppsbron e una cena tipica svedese in una delle trattorie nascoste tra i vicoli (leggete il mio post sul battello 82).

Se invece volete approfittare della serata per esplorare un nuovo quartiere, dal molo di attracco del battello raggiungete con una breve passeggiata l’isola di Södermalm, dove troverete una grande selezione di ristoranti e trattorie, e dove potrete anche restare per il dopo cena sorseggiando un drink in uno dei tanti bar del quartiere (leggete il mio post sui ristoranti svedesi consigliati a Stoccolma).

Panorama di Stoccolma dal sentiero Monteliusvägen

Se siete a Stoccolma in estate e dopo cena c’è ancora luce, cercate il sentiero panoramico Monteliusvägen e chiudete la vostra giornata a Stoccolma con una straordinaria foto panoramica sul lago Mälaren (leggete il mio post sui punti panoramici più suggestivi di Stoccolma).

Se volete ottimizzare al meglio il vostro tempo a Stoccolma, scoprendo anche tante curiosità sulla sua storia e sulla vita nel Nord Europa, non perdete la possibilità di fare un tour in italiano con me. Sono guida autorizzata e abito nella Regina del Nord da più di un decennio (cliccate qui per leggere le recensioni di altri turisti italiani che hanno seguito una delle mie visite guidate in questi anni).

Contattatemi via e-mail all’indirizzo info@stoccolmainitaliano.se o visitate il sito www.stoccolmainitaliano.se per maggiori informazioni sulle mie visite guidate.

Le migliori caffetterie di Gamla Stan

L’isola di Gamla Stan – il centro storico di Stoccolma – è caratterizzata da vie strette, palazzi seicenteschi e settecenteschi dalle facciate dai colori pastello e caratteristiche piazze dall’atmosfera tipicamente nordica.

Questo quartiere è anche l’ideale per sedersi in una delle tante caffetterie e gustare una tradizionale fika – termine svedese che si riferisce alla pausa caffè – possibilmente accompagnando il caffè svedese lungo e nero con una fetta di torta o un dolce. Le caffetterie svedesi offrono spesso anche panini o piatti del giorno, mentre più raramente vendono bevande alcoliche.

Tra le tante caffetterie sparse per l’isola ne ho selezionate quattro che in questi anni sono diventate le mie preferite: Under Kastanjen, Chokladkoppen, Grillska Huset e Caffellini.

Under Kastanjen si trova a Brända Tomten, forse la piazza più affascinante di Gamla Stan. Il nome, che letteralmente significa “sotto il castagno”, ha preso ispirazione dall’enorme albero che domina la piazza e che crea un singolare gioco di luci e ombre sulle facciate colorate dei palazzi. Under Kastanjen offre caffè e dolci artigianali, ma anche birra, vino e una selezione di alcuni piatti del giorno. In estate è possibile sedersi in uno dei tavolini all’aperto proprio sotto il famoso castagno, per godersi il viavai di passanti e turisti.

Chokladkoppen è una deliziosa caffetteria a Stortorget, la piazza principale di Gamla Stan, al piano terra di uno degli edifici più fotografati della città. Come il nome suggerisce, la specialità della casa è la cioccolata calda – Chokladkoppen significa infatti “tazza di cioccolata” – da accompagnare con una gustosa fetta di torta. La caffetteria serve anche panini e qualche piatto per un pranzo leggero. Il locale ha un’atmosfera molto intima e raccolta, mentre in estate i tavolini all’aperto si affacciano sul cuore della città vecchia e godono di molte ore di sole.

chokladkoppen
Chokladkoppen in estate

Sempre nella piazza Stortorget, ma dal lato opposto rispetto a Chokladkoppen, c’è un’altra caffetteria da non perdere: Grillska Huset. Oltre al caffè, i panini ed i vari dolci tradizionali, Grillska Huset offre anche un menù per il pranzo con alcuni piatti del giorno. Durante la bella stagione, salendo di un piano si accede a una straordinaria terrazza con vista magnifica sui tetti di Gamla Stan e sul campanile della Chiesa Tedesca. La caffetteria è gestita da Stockholms Stadsmission, un’organizzazione senza scopo di lucro che si occupa di senzatetto e persone con altre problematiche sociali a Stoccolma.

Se proprio non volete rinunciare al caffè italiano, allora andate da Caffellini. Il bar è poco più di un buco nel muro e si trova a Västerlånggatan 60, la via pedonale più frequentata di Gamla Stan, nei pressi del ristorante italiano Michelangelo.
L’affabile barista svedese vi servirà un ottimo espresso o un cappuccino, che potete accompagnare con qualche dolcetto o cioccolatino italiano.

caffellini
La vetrina di Caffellini

Colgo l’occasione per ringraziare lo staff del portale insvezia.com – il sito per vivere, lavorare e viaggiare in Svezia – per cui avevo scritto quest’articolo qualche anno fa.

Se volete fare un tour in italiano a Stoccolma contattatemi via e-mail all’indirizzo info@stoccolmainitaliano.se o visitate il sito www.stoccolmainitaliano.se.